Libri, da gustare in tutte le salse - Idee 69

Se amate i libri sia per quello che vi raccontano, sia come oggetti materiali, questa pagina è un catalogo di chicche. Cliccate sui link arancione e… buon divertimento.

I LIBRI SONO BELLI da leggere, e anche da vedere. Eccovi, a dimostrarlo, un’ampia galleria di immagini (foto e video).
OGNI LIBRO È UN MONDO: Guy Laramée, eclettico artista canadese, prova, letteralmente, a estrarre paesaggi dalle pagine. È sua anche l’immagine che vedete qui sopra. E il sito è sorprendente.
IL PROFUMO DEI VECCHI LIBRI per molti è incantevole. Già, ma da dove viene? Ve lo dice questo breve video.
LIBRI E ALGORITMI non vanno d’accordo: nei libri ci sono troppe informazioni. Ecco perché un software può riuscire a consigliarci il brano musicale che vorremmo ascoltare, ma non il romanzo che vorremmo leggere. Smalldemons ci prova invertendo il processo e partendo dai dettagli. È uno startup californiano, e chissà se avrà fortuna.
L’ELENCO DEI MIGLIORI 100 LIBRI DI TUTTI I TEMPI, secondo il Guardian, comincia con 1984 di Orwell e termina con Zorba il greco di Kazantzakis. Se non vi convince del tutto, potete confrontarlo con quello (solo 50 libri) proposto da Amazon, e con quello dei 50 libri che hanno cambiato la storia secondo l’Online Education Database.
LE MILLE VITE DEI LIBRI: barattati, regalati o venduti a metà prezzo. Un bell’articolo di meglioPossibile, corredato di tutti i link necessari, vi dice che cosa succede ai libri che escono invenduti dalle librerie. E dentro c’è anche un paio di idee di business.
MURO DI LIBRI per concludere alla grande. È all’ingresso della Kansas City Public Library. Ma esistono anche diverse torri di libri: una al Lincoln centre, una alla Biblioteca comunale di Praga. L’artista Tom Bendtsen ne ha costruite diverse (e il New Yorker ve le racconta). Una torre enorme è stata fatta (e poi smontata e regalata) a Buenos Aires, capitale mondiale del libro 2011.

11 Commenti a Libri, da gustare in tutte le salse – Idee 69

  1. Utente Anonimo

    mica male la lista di amazon, all’insegna del”leggi questi libri che ti renderanno migliore la vita.” Fra di essi spicca Mein kampf. Ma cosa diavolo gli è venuto in mente a quella gente?mw

     
  2. annamaria

    La lista di Amazon: mi auguravo proprio che qualcuno cogliesse.

     
  3. vico83

    Io sono convinto che il Mein Kampf sia un libro fondamentale che tutti dovrebbero leggere. Aiuta a capire il nazismo, la sua follia e la potenza (in questo caso deleteria) di un “semplice” libro. L’avrei anche inserito nella classifica di OEDb dei libri che hanno cambiato il mondo (sia chiaro, in negativo).

     
  4. annamaria

    Ciao Vico. Capisco il tuo punto di vista, ma credo che il tipo di lettura che suggerisci abbia bisogno di, come dire?, uno sguardo molto preparato. E non si può cacciare questo testo in una lista che, per dire, comprende Shakespeare, Tolstoj, Orwell e Poe e “Saving Money and Putting it to Work for you”. Tra l’altro, traduco l’intro alla lista: “50 libri che dovete leggere prima di morire. O, per dirla in modo più positivo, 50 libri che renderanno migliore la vostra vita. Non sono solo libri di altissimo livello in sé: vengono citati talmente spesso che non conoscerne il contenuto può può farvi sentire esclusi dalla conversazione. Allargate i vostri orizzonti, arricchite la vostra mente, ed espandete la vostra conoscenza dei classici.” Infine: non so se hai notato che non cito il titolo del volume né l’autore in questo commento, e che non commento questa presenza in homepage. Semplicemente, mi auguro che ciascuno si faccia una sua idea, ma non vorrei aprire su NeU una discussione sull’argomento: non c’entra con i temi di NeU, e non mi sembra nemmeno il caso di aggiungere una sola ulteriore occorrenza agli oltre sette miglioni e mezzo di citazioni che già Google restituisce mettendo il titolo dell’opera nel search.

     
  5. Utente Anonimo

    questo meraviglioso contributo oggi mi ha ha ripescato nella testa una spettacolare torre alta 11 metri e costituita da migliaia di libri. E’ “Scanner”, l’opera realizzata da Matej Krén che vidi al MAMbo di Bologna, tempo fa . Con Scanner Krén modificò lo spazio del museo che ospitava la sua vertiginosa istallazione, per spiazzare completamente i visitatori, costretti ad entrare uno alla volta al suo interno. “Ciò che mi interessa”, dichiarò “è la convivenza antichissima dell’uomo con il testo” . L’intervista continuava sottolineando come nella struttura “solo apparentemente semplice” composta da ben 90.000 libri , sembrano prendere vita numerose storie che assorbono i rumori e gli odori della gente che li ha letti. Il libro viene utilizzato solo come strumento per un processo artistico-percettivo più complesso. I libri sono contenitori e contenuti, forma e sostanza, complessità del sapere e instabilità nella composizione, fino al punto di perdere il loro valore intrinseco e diventare materia prima per la realizzazione dell’opera stessa dell’artista. Inseriti nello spazio angusto dell’interno, moltiplicato e complicato da una serie di specchi, la catasta di volumi provocava una sensazione di sublime atterrimento e di alterazione delle consuetudini spaziali come comunemente accettate.

     
  6. Utente Anonimo

    sono uscita anonima (!) in Scanner ma in realtà volevo firmarmi, mircaB.

     
  7. Utente Anonimo

    Hai dimenticato che ci sono anche Libri da Gustare….. ;O) http://www.korefe.de/en/2012/1960/das-erste-und-einzige-kochbuch/ Marco

     
  8. Utente Anonimo

    Che bel regalo. Grazie! Questo post me lo sono gustato tutto, link dopo link. Come tutti gli altri a dire il vero ; ) mi ha fatto venire in mente uno dei tanti capolavori di Hrabal, “Una solitudine troppo rumorosa”, in cima a tutte le mie personali liste http://dcl.isti.cnr.it/Images/SilvGallery/Impersonale/letteratura/Hrabal/ilibri/solitudine.html Cristina

     
  9. Fiorella Palomba

    Sono spiacevolmente sorpresa che tra i 100 libri indicati dal Guardian non siano indicati i greci: Sofocle, Euripide, Eschilo…ma la lista è lunga.

    La tragedia e la logica quale culla hanno? (*_))

     
  10. davide

    “Non sono solo libri di altissimo livello in sé: vengono citati talmente spesso che non conoscerne il contenuto può può farvi sentire esclusi dalla conversazione.”
    non male come motivazione a leggere. Rabbrividisco.

     
  11. Annamaria Testa

    AGGIORNAMENTO
    Una notevole raccolta di oggetti fatti coi libri. Grazie a Emanuela Pulvirenti per la segnalazione.
    http://marraiafura.com/avete-dei-pessimi-libri-non-lasciateli-sullo-scaffale-riutilizzateli/

     

Inserisci un commento al post

Cerca in Nuovo e Utile
35 queries in 1,153 seconds.